Centro RAT - Teatro dell'Acquario - Teatro Stabile d'Innovazione della Calabria

» Sei in Stagione

Il cielo stellato sopra di me

Un omaggio a Immanuel Kant

Libera Scena Ensemble (NA)
IL CIELO STELLATO SOPRA DI ME
omaggio ad Immanuel Kant


drammaturgia
Amedeo Messina

con
Renato Carpentieri

assistente alla regia
Angela Sellitto
aiuto regia
Antonio Calone
disegno luci
Lello Serao

costumi
Annamaria Morelli

regia
Renato Carpentieri

Un servo astuto e chiacchierone racconta la vita metodica e rigorosa del suo padrone, sulle cui passeggiate venivano regolati gli orologi degli abitanti della cittadina di Konigsberg. E’ Lampe, intelligente e sveglio maggiordomo del filosofo Immanuel Kant, ormai giunto agli ottant’anni, che, adirato con il suo servo, lo licenzia dopo venticinque anni di fedele servizio.

Sarà attraverso lo stesso Lampe, che si troverà costretto a recitare la parte del suo padrone, che Carpentieri ripercorrerà le tappe salienti della biografia e dell’opera del filosofo. L’identificazione Lampe-Kant si carica di un particolare valore simbolico e psicoanalitico: il filosofo, strenuo assertore della ricerca della verità e dei valori di pace, si confonde con l’uomo comune, si rimescola nelle sue ambiguità e nel suo cedimento momentaneo alla menzogna.

Ne “Il cielo stellato sopra di me” abbiamo l’opportunità di conoscere Kant al di fuori dei suoi libri, dentro una gloriosa tradizione che consegna agli amanti del sapere l’immediatezza quotidiana del formarsi del pensiero in casa propria. Consuetudine inaugurata da Socrate nel Fedone e proseguita, per esempio, da Agostino, da Cartesio e nel Sogno di D’Alembert, ma caduta poi in disuso. Forse per darci l’immagine stereotipa del filosofo severo, arcigno e sempre sulle nuvole, così come Aristofane lo mise in scena.

Il teatro è il luogo dei dialoghi impossibili e pertanto è autorizzato a immaginare una critica della ragion domestica, proponendo al pubblico la semplicissima esistenza del filosofo col quale maggiormente è in debito l’attuale coscienza occidentale. A duecento anni dalla morte, il suo pensiero non ha smesso d’illuminarci.

Esprimi un voto da 1 a 5 cliccando sulla stella corrispondente:

(1 voto)
Centro RAT Teatro dell'Acquario Via Pasquale Galluppi 15 - 87100 Cosenza - P.IVA: 00333430783 Tel./Fax: 0984.73125 - Email: teatrodellacquario@gmail.com

Realizzazione a cura di: VinSoft di Coopyleft

Torna su